Andrea Romano e il “microchip”…

Andrea Romano e il “microchip”…

Nell’ ormai celebre teatrino anti-grillino de “L’aria che tira”, della mitica Myrta Merlino, è andato in onda questa mattina l’ennesimo tragicomico attacco della propaganda di regime contro il Movimento 5 Stelle e la sindaca di Roma Virginia Raggi, con annessa vagonata di letame quotidiano.

Protagonista l’ex PDS, ex Lista Civica e tutt’ora fallito condirettore del quotidiano l’Unità, Andrea “Sparaballe” Romano ed il suo immancabile ed adorabile bubbone. c1813ilxaaagbve

Il “Montiano” Andrea Romano, è intervenuto stamattina in merito alla protesta di tassisti ed ambulanti esasperati dalle allucinanti politiche (Direttiva Bolkestein e Decreto Milleproroghe) del Governo PD,  che li ridurranno sul lastrico..

Quale occasione piu’ ghiotta quindi, per il nostro Andrea, di cogliere questo pretesto per attaccare “ad cazzum” il Movimento 5 Stelle? Secondo la sua tesi, i disordini avvenuti ieri davanti la sede del PD sono stati aizzati dal Sindaco Virginia Raggi, che ha dovuto ricambiare il favore alle lobby dei tassisti che hanno finanziato la sua campagna elettorale!   Incredibile!

Facciamo umilmente notare che:

1) I disordini sembra siano stati provocati non da tassisti o ambulanti esasperati ma da un gruppo di fascistelli di Forza Nuova.

2) Affermare durante una trasmissione televisiva che il sindaco della capitale d’Italia solidarizzi o promuova azioni violente o fatti di questo genere è di una gravità assoluta, da querela sicura.

3) Dire che le corporazioni dei tassisti hanno finanziato la campagna elettorale del Movimento 5 stelle a Roma è un’altra gravissima falsità che consigliamo ai nostri portavoce di risolvere nelle sedi opportune.

Detto questo, ci permettiamo di chiedere ad Andrea Romano di regolare l’intensità del “microchip sparacazzate” nascosto all’interno del bubbone, sembra infatti che dopo la batosta del 4 dicembre sia andato leggermente fuori controllo….cxy5_vbxuaakdjh-jpg-large

Goldstein

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: