“LIBERO” ..DI FARSI FINANZIARE COI NOSTRI SOLDI, di @Goldstein5s

“LIBERO” ..DI FARSI FINANZIARE COI NOSTRI SOLDI, di @Goldstein5s

Quanti di voi sapevano che il quotidiano Libero di Vittorio Feltri ha ricevuto 40 milioni di euro di finanziamento pubblico?

Loro si divertono coi titoloni ad effetto contro il Movimento 5 Stelle, e noi allora ci divertiamo a farvi conoscere alcune cosette… 😉

Dal 2001 il quotidiano è di proprietà del gruppo Angelucci, attivo nel settore della sanità e dell’immobiliare. Con l’aiuto della banca romana Capitalia, gli Angelucci hanno investito 30 milioni nel quotidiano, trasformandolo da giornale regionale a giornale nazionale.

Nel 2003 Libero ha chiesto ai proprietari del bollettino «Opinioni nuove» di prendere in affitto la testata. Il quotidiano è diventato ufficialmente il supplemento dell’organo ufficiale del Movimento Monarchico Italiano.

In questo modo ha potuto beneficiare di 5.371.000 euro come finanziamento pubblico agli organi di partito, secondo quanto previsto dalla Legge 7 marzo 2001, n. 62.


libero1


Nel 2004 Libero ha comprato la testata «Opinioni nuove» e si è poi trasformato in cooperativa per ottenere i contributi per l’editoria elargiti alle testate edite da cooperative di giornalisti. Dal 2007 il quotidiano è edito dalla Editoriale Libero srl, che fa capo alla Fondazione San Raffaele, struttura ospedaliera di Ceglie Messapica, in provincia di Brindisi. La testata è tuttora di proprietà del gruppo Angelucci.

Nei sette anni che intercorrono dal 2003 al 2009, Libero ha beneficiato di contributi pubblici per 40 milioni di euro.

Nel 2006 Libero ha chiuso il bilancio con profitti per 187.000 euro.


Nel febbraio 2011, l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), con la delibera 63/11/CONS, ha sanzionato il senatore Antonio Angelucci per omessa comunicazione di controllo per i giornali Opinioni Nuove Libero Quotidiano (Libero) e Il Nuovo Riformista.

La Commissione Consultiva sull’editoria presso la Presidenza del Consiglio, preso atto della sanzione comminata dall’Agcom, ha stabilito che i due quotidiani dovranno restituire i circa 43 milioni di euro di contributi percepiti negli anni 2006-2010.


libero2


Fonte: Wikipedia


unbenannt1512


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: